Cellulite e ritenzione idrica

CELLULITE e MICROTERAPIA

La ritenzione idrica, il primo passo verso la cellulite, è un problema che affligge il 90% delle donne.
La cellulite è l’inestetismo cutaneo che colpisce maggiormente il sesso femminile ed è riconoscibile dalla pelle “a buccia d’arancia” o “a materasso”.
Tra le cause la familiarità gioca un ruolo importante, come pure i disturbi del circolo periferico venoso o linfatico e i fattori ormonali: estrogeni e progestinici favoriscono la ritenzione dei liquidi. Il problema poi può essere aggravato da uno stile di vita sbagliato: un’ alimentazione sbilanciata,  scarsa attività fisica,  indumenti molto stretti (jeans, slip, calze).

cellulite adiposità e ritenzione idrica

La sensazione con cui si manifesta è nota: gambe gonfie, stanche e pesanti. La ritenzione idrica può essere un fenomeno temporaneo, legato per esempio a un momentaneo rallentamento della circolazione sanguigna, oppure diventare cronico e dare origine a cellulite e disturbi della circolazione.

La ritenzione idrica, infatti, è un accumulo di liquidi nei tessuti (edema) che ostacola il normale funzionamento delle cellule, alterandone le funzioni.
L’ acqua è distribuita in parte all’ interno della cellula ed in parte all’ esterno; tra i due comparti esiste un perfetto equilibrio mantenuto tale, in larga parte, dalla presenza di sali. Il sodio è l’ elemento principale nel comparto extra cellulare; se il suo livello nella dieta e quindi nel sangue è eccessivo, si avrà un passaggio di acqua, dall’ interno verso l’ esterno della cellula, che tende a ristagnare nei tessuti.
Ciò porta ad un rallentamento della circolazione sanguigna che favorisce il travaso di liquidi dai capillari venosi e linfatici nel derma con ulteriore peggioramento della ritenzione idrica: il tessuto, così, diventa congestionato e, nel tempo, l’accumulo di liquidi nel derma va ad influire inevitabilmente anche sulle condizioni del tessuto adiposo. Le cellule adipose entrano in uno stato di sofferenza metabolica e, col tempo,  vanno incontro a una degenerazione che evolverà in ‘panniculopatia-edemato-fibrosclerotica’ (cellulite).
Si determina così un circolo vizioso. E’ bene, quindi, non sottovalutare il disturbo, controllando l’alimentazione e rivolgendosi al dermatologo plastico se esso tende a persistere.

grasso coscie e cellulite

La Microterapia è una nuova metodica nel trattamento della cellulite che risulta rapidamente efficace nel ridurre drasticamente la ritenzione idrica promuovendo il riassorbimento dell’edema in maniera fisiologica. Ciò porta ad una riduzione della compressione sul microcircolo e permette il ripristino dei normali scambi metabolici e quindi una migliore ossigenazione del derma e del tessuto adiposo.
Con la Microterapia si eseguono microiniezioni di soluzione salina ipertonica lungo tutto l’arto inferiore (dalla radice della coscia alla caviglia) mediante una siringa a cui è attaccato un microiniettore , una specie di ventosa da cui sporge un ago sottilissimo che penetra nel derma superficiale in modo quasi atraumatico e praticamente senza dolore, evitando, in particolare, i problemi riscontrati con la mesoterapia tradizionale: la rottura frequente dei vasi capillari con formazione di piccoli ematomi.
La sensazione di maggiore leggerezza delle gambe è netta e riscontrabile spesso già dopo la prima seduta. Sono necessarie più sedute per ottenere un miglioramento persistente della ritenzione idrica e della cellulite.
Ai fini dell’efficacia è fondamentale che la tecnica sia eseguita da uno specialista esperto con buona manualità e conoscenza della metodica.

 

HAI COMMENTI o DOMANDE? Puoi inserirli usando il tuo profilo Facebook. i commenti dovranno essere approvati, non appariranno subito

Notizie sull'Autore

Sono Dermatologo e Medico Estetico, con studio a Parma, esperto in trattamenti per acne e cicatrici. Mi sono sempre occupato anche di studi e ricerche sull'invecchiamento elaborando specifici ed innovativi programmi di ringiovanimento cutaneo e di medicina del benessere. Da molti anni svolgo attività di tutor e docente in Corsi e Congressi nazionali ed internazionali e di divulgazione scientifica come blogger e consulente per vari siti web. SEGUIMI ANCHE SU:

Articoli correlati