I brufoli creano disagio

3 COSE DA FARE QUANDO I BRUFOLI CREANO DISAGIO

L’80% circa degli adolescenti soffre di acne.
È proprio nel periodo dello sviluppo che appaiono i primi punti neri e poi i primi brufoli e, quando l’acne é estesa e grave, spesso i brufoli creano disagio nei ragazzi.   

Essi si trovano nel periodo più delicato per la maturazione fisica e psichica, nel pieno di una “tempesta ormonale”, e vedere allo specchio la propria pelle fino a poco prima liscia e perfetta, diventare unta e lucida, riempirsi di brufoli dolorosi con pus, non influisce positivamente sul loro equilibrio psicologico.

Vedono trasformarsi il loro corpo e il loro aspetto, cominciano a relazionarsi in maniera differente con i coetanei dell’altro sesso, ma, a causa dell’acne, diventano più insicuri, solitari o addirittura depressi.

brufoli e disagio psicologico

Se sei una madre o un padre che ha avuto l’acne sai benissimo come si può sentire tuo figlio o tua figlia, come i brufoli creano disagio.

È vero, l’acne è un problema dell’adolescenza, è una malattia antiestetica ma transitoria ( fino ad un certo punto…), ma gli effetti psicologici negativi possono persistere a lungo perché segnano una delle più belle stagioni della vita.

Quando poi rimangono sul viso cicatrici e buchi da acne, questi rappresentano non solo danni permanenti sulla pelle ma possono esserlo anche per l’immagine di sé.

La sicurezza in se stessi potrebbe rimanere ferita ed indebolita molto a lungo o per sempre.

Per fortuna non tutte le forme di acne sono così gravi da lasciare delle macchie o peggio delle cicatrici, ma la maggior parte degli adolescenti sono impazienti, vogliono vedere risultati rapidi: questo è il motivo principale per cui così spesso le cure antiacne vengono abbandonate.

 

Ma cosa fare quando i brufoli creano disagio?

 

  • Agire rapidamente con una cura dermatologica adeguata: dobbiamo prevenire il peggioramento dell’acne, dobbiamo prevenire macchie e cicatrici acneiche

  • Incoraggiare il ragazzo o la ragazza a non lasciarsi andare alla disperazione o rassegnazione, ad essere invece determinati, costanti e metodici nelle cure creando insieme una “routine o strategia antiacne” per pensare ed agire sul lungo termine.  Perché l’acne si può curare e mettere sotto controllo.

  • In alcuni casi può essere necessario ed utile un supporto da parte dello psicologo che sappia guidarlo in un breve percorso di sostegno e motivazione, cogliendo ed amplificando la voglia di guarire e migliorare del paziente acneico.

Quando i brufoli creano disagio nei nostri ragazzi è bene non trascurare la situazione: il rischio è che si possa instaurare un circolo vizioso.

 brufoli e disagio

Conviene quindi agire subito. Perchè un lieve disagio non si trasformi in un problema psicologico più profondo e grave.

HAI COMMENTI o DOMANDE? Puoi inserirli usando il tuo profilo Facebook. i commenti dovranno essere approvati, non appariranno subito

Notizie sull'Autore

Sono Dermatologo e Medico Estetico, con studio a Parma, esperto in trattamenti per acne e cicatrici. Mi sono sempre occupato anche di studi e ricerche sull’invecchiamento elaborando specifici ed innovativi programmi di ringiovanimento cutaneo e di medicina del benessere.
Da molti anni svolgo attività di tutor e docente in Corsi e Congressi nazionali ed internazionali e di divulgazione scientifica come blogger e consulente per vari siti web.

SEGUIMI ANCHE SU:

Articoli correlati

VOGLIO SAPERNE DI PIU'
close-link