Come migliorare i buchi da acne

COME MIGLIORARE I BUCHI DA ACNE: NON SOLO PEELING E LASER

 

Le cicatrici da acne spesso sono depresse e larghe a forma di cratere o molto piccole, puntiformi, come tanti buchi della pelle e possono rappresentare un inestetismo spesso fonte di disagio psicologico.

Come migliorare i buchi da acne è sempre stato al centro di vari studi e tentativi.

Spesso leggendo, su varie riviste di bellezza, pubblicità o articoli divulgativi ed interviste che descrivono trattamenti laser che fanno miracoli nell’eliminare ( si, spesso si parla proprio di eliminare o cancellare… ) le cicatrici acneiche, le cicatrici da varicella o da traumi, viene da riflettere  sulla superficialità, voluta o meno, dei termini usati.

come migliorare i buchi da acne

Del resto anche per il ringiovanimento e la correzione delle rughe vengono promessi miracoli tecnologici che puntualmente non si realizzano o si realizzano molto molto parzialmente.

Se la ruga è un solco lineare permanente visibile a riposo,  la cicatrice depressa è un avvallamento permanente, più o meno circolare con bordi generalmente irregolari.

Come si solleva il fondo della ruga così possiamo sollevare il fondo della cicatrice, di questo buco della pelle, mediante l’iniezione di acido ialuronicoMa si può fare molto di più!

Nella mia esperienza si possono davvero ottenere buoni risultati, con costi molto più contenuti rispetto ad un trattamento laser o una dermoabrasione, mediante una tecnica denominata Microscollamento©.

Essa consiste nel rimuovere le aderenze della base della cicatrice ( o della ruga ) sui tessuti profondi. Il trattamento è molto meno aggressivo di come si può immaginare, sicuramente non c’è abrasione o desquamazione come con il laser od un peeling chimico.

Eventualmente nella stessa seduta si possono iniettare piccole quantità di acido ialuronico sotto la cicatrice.

In questo modo otteniamo:

  • rimozione delle aderenze ( microscollamento dermico )
  • sollevamento del fondo della cicatrice
  • iniezione di acido ialuronico sotto la cicatrice per sostenere e sollevarne ulteriormente il fondo
  • azione di biorivitalizzazione della pelle intorno e sotto la cicatrice con formazione di nuovo collagene,

e quindi

  • correzione parziale (purtroppo mai totale) ma progressivamente permanente dell’aspetto della cicatrice.

Infatti ripetendo il trattamento ad intervalli regolari in base alla risposta della pelle si arriva ad ottenere un miglioramento progressivo delle cicatrici depresse, a forma di cratere o di buchi.

Paradossalmente per le cicatrici crateriformi i risultati sono migliori e più rapidi.

Successivamente, se proprio necessario, si possono eseguire trattamenti per levigare la pelle e i bordi delle cicatrici con peeling o laser.

Quali trattamenti avete provato finora per le vostre cicatrici? E con quali risultati?

 

I LIBRI PER LA CURA DELLA PELLE

UN VERO E PROPRIO PROGRAMMA ANTIACNE

Preferisci la versione cartacea? Vai su Amazon

La versione ebook la trovi anche su:
Ibooks-store, Mondadori, Feltrinelli, Smashwords

SCOPRI LE 3 AZIONI CHIAVE PER CURARE ROSACEA
E PELLE SENSIBILE

 

Preferisci la versione cartacea? Vai su Amazon

La versione ebook la trovi anche su:
Ibooks-store, Mondadori, Feltrinelli, Smashwords

Potrebbero interessarti anche:

HAI COMMENTI o DOMANDE? Puoi inserirli usando il tuo profilo Facebook. I commenti dovranno essere approvati, non appariranno subito

I commenti sono chiusi.