Cosa provoca un peggioramento dei brufoli

I 12 ERRORI CHE PROVOCANO UN PEGGIORAMENTO DEI BRUFOLI

A volte la cura per l’acne non funziona e a volte ci sono errori da evitare che provocano un peggioramento dei brufoli.

Quando si cura l’acne, in certi casi, si trascurano dei fattori minori ma importanti se vogliamo ottenere benefici rapidi e visibili nell’eliminare i brufoli.

A volte però, nonostante la terapia antiacne consigliata dal dermatologo, si arriva addirittura ad un peggioramento dei brufoli. In cosa abbiamo sbagliato?

Molto spesso, in questi casi si interrompe la cura dando la colpa al dermatologo.

Certo, forse è anche un pò colpa dello specialista se non ha impostato uno schema di terapia adeguato o non ti ha dato dei consigli di supporto alla cura per i brufoli, se non ti ha detto quali errori evitare quando si curano i brufoli.


peggioramento dei brufoli e acne grave

A volte hai fatto comunque di testa tua o hai provato un prodotto o dei prodotti nuovi sperando di risolvere definitivamente il problema acne.

In ogni caso, come capire cosa ha provocato un peggioramento dei brufoli?

Ecco un elenco dei 12 errori da evitare quando si curano i brufoli.

1) CREME IDRATANTI

La pelle grassa e acneica non ha bisogno di essere idratata anche quando sembra secca in alcune zone ( vedi la pelle asfittica: è solo lo strato corneo che si ispessisce e si stratifica ) o diventa lievemente secca come effetto delle terapie ( come capita con i retinoidi o gli esfolianti ).

Idratarla significa far rigonfiare le cellule dei pori e causare una maggiore ostruzione e quindi maggiore formazione di punti neri e bianchi.

2) TRUCCO CON CREME COLORATE

Quando si ha l’acne si vuole a tutti i costi mascherare e rendere invisibili i maledetti brufoli, ed è perfettamente comprensibile.

Purtroppo applicare fondotinta e creme colorate (quindi ad azione idratante…) sul momento fa sparire i brufoli ma chiude inevitabilmente i pori.

Ti potrebbe interessare anche l’articolo come coprire i brufoli senza fare danni.

3) DETERGENTI A BASE DI CLOREXIDINA E ALTRI ANTISETTICI

Si pensa che l’acne sia un’infezione ma non è così. Certo i batteri presenti sulla cute, in particolare il Propionibacterium acnes, giocano un ruolo nel provocare ed aggravare l’infiammazione acneica ma non è necessario utilizzare detergenti antisettici o battericidi, magari più volte al giorno. È uno degli errori da evitare quando si curano i brufoli perché si va ad alterare l’ecosistema cutaneo: si eliminano in maniera eccessiva anche i batteri “buoni” presenti normalmente sulla pelle e si favorisce l’impianto e la moltiplicazione di batteri o funghi potenzialmente più aggressivi, che rendono più intensa l’infiammazione cutanea.

Ti potrebbe interessare anche l’articolo su Come detergere la pelle grassa.

 

sapone allo zolfo per i brufoli

 

4) SAPONE ALLO ZOLFO

Lo zolfo ha un’azione essiccante ed esfoliante per cui nei primi giorni di utilizzo di un sapone allo zolfo la pelle ci appare meno unta e lucida e i brufoli migliorano. Ma, in genere, dopo una decina di giorni la pelle tende ad irritarsi, i brufoli appaiono più infiammati o, nel migliore dei casi, la pelle diventa eccessivamente secca.

Lo zolfo nel breve termine purifica e migliora la pelle grassa ed acneica ma nel medio termine la fa peggiorare provocandone un ispessimento.

5) DETERGENTI E COSMETICI A BASE DI ACIDO GLICOLIDO E IDROSSIACIDI

Acido glicolico e altri acidi appartenenti al gruppo degli idrossiacidi possono essere incorporati, a basse concentrazioni, in detergenti e prodotti antiacne per la loro azione esfoliante ed acidificante ma, purtroppo, spesso hanno un’azione irritante sulle pelli acneiche delicate peggiorando l’infiammazione acneica. Inoltre , a causa della loro azione iperidratante, possono favorire l’occlusione dei pori ed un peggioramento dei brufoli.

6) SAPONE NEUTRO

Un errore classico é l’utilizzo del sapone neutro: si pensa che neutro significhi delicato e rispettoso della cute ma così non è. Il sapone neutro a contatto con l’acqua assume un pH alcalino e ciò provoca la perdita della normale lieve acidità della pelle. E’ proprio questa leve acidità che garantisce una migliore difesa dagli agenti batterici e fungini, e dagli agenti chimici: l’equilibrio della pelle viene meno e i brufoli si formano e si infiammano maggiormente.

7) SCRUB NELL’ACNE PAPULO-PUSTOLOSA

I detergenti granulari o scrub, se usati delicatamente, possono essere utili nell’acne comedonica non infiammata ma possono provocare microabrasioni a livello di papule e pustole peggiorandone il grado di infiammazione e favorendo la proliferazione batterica.

Ti potrebbe interessare anche l’articolo come fare correttamente lo scrub

8) CREME O LOZIONI CORTISONICHE

I cortisonici sono potenti antinfiammatori che, in alcuni casi, possono essere utilizzati dal dermatologo per infiltrazioni in cicatrici e brufoli profondi ( acne nodulo-cistica ).

Usare creme o lozioni cortisoniche può dare rapidamente un grande beneficio nell’acne… MA é davvero un grande errore per 2 motivi:

a) appena sospenderai si verificherá un grave peggioramento dell’acne

b) e se continuerai o riprenderai l’applicazione del cortisonico noterai la comparsa di nuovi e tanti punti neri e bianchi ( comedoni ) che si trasformeranno poi in brufoli.

9) SPREMERE I PUNTI BIANCHI

Quando si sente e si vede la pelle piena di tante “piccole cisti sotto pelle” é forte la tentazione di spremerle per farle sparire e pulire la pelle. I punti bianchi o comedoni chiusi a differenza dei punti neri o comedoni aperti però sono profondi.

Mentre togliere i punti neri con una certa procedura può essere utile, spremere i punti bianchi provoca solo danni:

a) il punto bianco “scoppia” sotto pelle e si forma un brufolo profondo

b) si traumatizza tanto la pelle da provocare la formazione di una macchia persistente o addirittura di una cicatrice…permanente.

In ogni caso l’acne e l’aspetto del tuo viso peggiorerá ottenendo quindi l’effetto opposto.

Meglio avere pazienza e dare tempo alle cure con retinoidi o esfolianti di svolgere la loro azione, oppure sottoporsi a sedute di peeling chimico o radiofrequenza frazionata esfoliante se si vogliono risultati più rapidi.

cause del peggioramento dei brufoli in estate10) OLII SOLARI

Si sa, d’estate bisogna proteggere la pelle dal sole con prodotti adeguati. Le creme solari spesso sono grasse ed ungono la pelle, a volte gli olii in spray sembrano più comodi ed essendo liquidi sembrano più spalmabili e magari ungere meno.

Molto spesso però sono comedogenici, provocano la formazione di comedoni. Non subito, ma dopo l’estate o al rientro potrai infatti notare un improvviso peggioramento ed un aumento dei brufoli!

Ti potrebbe interessare anche l’articolo i brufoli peggiorano dopo l’estate

11) LAMPADE SOLARI

Con il sole, ma anche con le lampade solari, l’acne apparentemente migliora:  con l’abbronzatura i brufoli si vedono meno e, in una certa misura si riduce l’infiammazione.

La pelle però reagisce ai raggi UV difendendosi: si ispessisce lo strato corneo e l’occlusione dei pori tende a peggiorare. Per cui anche in questo caso vi può essere un miglioramento nel breve termine a cui segue però un peggioramento dei brufoli.

12) GEL O LOZIONI CONTENENTI ALCOOL

L’alcool sgrassa molto bene la pelle, troppo. In passato si usavano tonici o salviette contenenti anche alcool per pulire la pelle e rimuovere l’untuosità.

Asportando gran parte del film idrolipidico si verifica il cosiddetto effetto rebound: dopo poche ore la secrezione sebacea aumenta e la pelle risulta più unta e lucida di prima e anche l’acne poi peggiora.

Anche adesso esistono prodotti che contengono tracce di alcool ( anche gel e lozioni antibiotiche per l’acne ) che spesso provocano irritazione ed un peggioramento dell’infiammazione dei brufoli.

Quando hai notato un peggioramento dei brufoli?

Secondo te quali possono essere state le cause?

SCARICA GRATIS L’EBOOK “ACNE E FALSE LEGGENDE” PER APPROFONDIRE E CAPIRE COME AFFRONTARE L’ACNE EFFICACEMENTE.

ACNE: LIBERI DAI BRUFOLI IN 7 PASSI

Il metodo per curare acne e brufoli

 

Un guida pratica e ricca di informazioni ( 266 pagine ) per combattere i brufoli passo passo, con test, esercizi e consigli pratici.

freccia no-sfondo

SCRIVIMI NEI COMMENTI UTILIZZANDO IL TUO PROFILO FACEBOOK!

HAI COMMENTI o DOMANDE? Puoi inserirli usando il tuo profilo Facebook. i commenti dovranno essere approvati, non appariranno subito

Notizie sull'Autore

Sono Dermatologo e Medico Estetico, con studio a Parma, esperto in trattamenti per acne e cicatrici. Mi sono sempre occupato anche di studi e ricerche sull’invecchiamento elaborando specifici ed innovativi programmi di ringiovanimento cutaneo e di medicina del benessere.
Da molti anni svolgo attività di tutor e docente in Corsi e Congressi nazionali ed internazionali e di divulgazione scientifica come blogger e consulente per vari siti web.

SEGUIMI ANCHE SU:

Articoli correlati

il Libro Bestseller su Amazon
IL METODO PRATICO

PER CURARE ACNE E BRUFOLI
 
 
come iniziare a liberarti dai brufoli
come scegliere il dermatologo
tutte le cure e i trattamenti più efficaci
tutti gli errori da evitare
la dieta antiacne
il programma antiacne
libro curare acne
close-link
VOGLIO SAPERNE DI PIU'
close-link