Dermatologia Plastica e Terme

Condividi sui social

LA RIORGANIZZAZIONE DELLE TERME

Le Terme in Italia, dopo un lungo periodo di progressiva decadenza iniziato nella metà del secolo scorso, a partire dagli anni 90 hanno iniziato un’importante inversione di tendenza e sono tuttora in fase di ristrutturazione e ripresa.

Negli anni 80 si è gradualmente affermata, anche in Europa, la tendenza al fitness personale, al mantenersi in forma e a contrastare i segni dell’invecchiamento: ciò ha portato ad un aumento dell’offerta di palestre e beauty farm.

Le riforme del Servizio sanitario nazionale degli anni 90, con i relativi tagli alla spesa sanitaria pubblica, stanno inducendo le Strutture termali a riqualificarsi sviluppando, talvolta troppo lentamente, prodotti e servizi per il benessere e l’estetica fino alla creazione di veri e propri Centri Termali di Benessere. Questa si sta dimostrando una scelta vincente e sta portando ad una rivalutazione dell’aspetto sociale e terapeutico dei centri termali, oramai luoghi ove la ricerca di un periodo di relax associato a trattamenti di benessere prevale sulle necessità di servizi termali di tipo terapeutico.
spa termali
Il nuovo target del termalismo è composto da un pubblico colto,  molto esigente nell’acquisto e nell’utilizzo di cosmetici, e attento ai risultati effettivamente raggiunti dopo un soggiorno termale.
Per rispondere nella maniera più efficace a queste nuove richieste, il mondo termale si rivolge sempre più alla Dermatologia per avere delle indicazioni su come costruire programmi qualificati e con garanzie di efficacia.
In particolare il Dermatologo Plastico, per aver scelto di orientare i suoi interessi e la sua attività professionale verso la cura e la prevenzione degli inestetismi, è considerato la più diretta e naturale figura di riferimento per la consulenza, la supervisione e la direzione scientifica delle Beauty Farm.
La “Dermatologia Plastica” è una nuova disciplina dermatologica che studia le cause e le terapie degli inestetismi cutanei.
Se fino a qualche anno fa gli inestetismi si potevano risolvere solo o quasi esclusivamente  col bisturi, oggi è possibile correggerli in modo non cruento, rispettando al massimo l’integrità cutanea.
Ciò si può ottenere grazie ai continui progressi della cosmetologia con la scoperta di principi attivi (vitamine, enzimi, ecc…) sempre più efficaci, e allo sviluppo importante di metodologie e terapie dermatologiche che cercano di rinnovare e stimolare la cute in maniera sempre meno invasiva; la richiesta, da parte degli utenti,  di tecniche correttive non invasive spiega il naturale connubio che si è venuto a creare tra la dermatologia plastica ed estetica e le Strutture termali più all’avanguardia.
Il dermatologo plastico, infatti,  risponde a questa crescente esigenza consigliando dermocosmetici, integratori alimentari, eseguendo peelings e impianti intradermici di acido ialuronico e collagene, tossina botulinica e utilizzando i nuovi trattamenti soft.Per gli utenti, sottoporsi a trattamenti  molteplici, integrati in un programma correttivo strettamente personalizzato, e durante un soggiorno in una Beauty Farm, è importante: significa essere seguiti “passo passo” da uno staff di professionisti per migliorare non solo l’aspetto estetico ma anche la capacità di accettarsi e ritrovare il proprio equilibrio psicofisico.

…leggi anche Consulenze per Centri Termali e Beauty Farm

 

 


Condividi sui social

HAI COMMENTI o DOMANDE? Puoi inserirli usando il tuo profilo Facebook. i commenti dovranno essere approvati, non appariranno subito

Notizie sull'Autore

Sono Dermatologo e Medico Estetico, con studio a Parma, esperto in trattamenti per acne e cicatrici. Mi sono sempre occupato anche di studi e ricerche sull'invecchiamento elaborando specifici ed innovativi programmi di ringiovanimento cutaneo e di medicina del benessere. Da molti anni svolgo attività di tutor e docente in Corsi e Congressi nazionali ed internazionali e di divulgazione scientifica come blogger e consulente per vari siti web. SEGUIMI ANCHE SU:

Articoli correlati