COME SCEGLIERE I CEREALI INTEGRALI

Condividi sui social

CEREALI INTEGRALI: COME SCEGLIERLI IN BASE ALL’ETICHETTA

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) cosi come le Linee Guida INRAN ci consigliano di aumentare il consumo di cereali integrali.

Il 50 percento della porzione di cereali consumati quotidianamente dovrebbe essere costituita… Condividi il Tweet

Pensate che diversi studi evidenziano che il consumo giornaliero di tre o più porzioni di alimenti a base di cereali integrali riduce del 20-30 percento la possibilità di sviluppare eventi cardiovascolari.

Ma a quale componente dei cereali integrali attribuire il beneficio?

La protagonista è la fibra contenuta in buona parte nei cereali integrali, ma presente anche in legumi, frutta e verdura.

cereali integrali per il benessere

Proprio per il loro alto contenuto in fibra, è buona regola aumentare il consumo di cereali integrali per coloro che soffrono di stitichezza poichè le fibre non idrosolubili agiscono prevalentemente sul funzionamento del tratto gastrointestinale, ritardando lo svuotamento gastrico e aumentando la velocità del transito intestinale.

Inoltre, il ruolo benefico dei cereali integrali ricchi di fibra in programmi dietetici e nella prevenzione dell’obesità è da attribuire all’aumento del senso di sazietà che apportano in un pasto e al loro contributo nel ridurre in parte l’assorbimento a livello intestinale di grassi come il colesterolo e di zuccheri semplici che portano a picchi di glicemia e insulina con tutti i danni che ne conseguono per la pelle (invecchiamento precoce: vedi la dieta antirughe e lo stile di vita antirughe) e l’organismo.

Per quanto riguarda la dose di fibra giornaliera raccomandata secondo i LARN - Livelli di… Condividi il Tweet

Per raggiungere le quantità raccomandate, è bene consumare più spesso cereali arricchiti naturalmente in fibra a partire dai prodotti della colazione come biscotti e fette biscottate integrali o cereali da colazione integrali, a pane e pasta integrali nei pasti principali, invece di ricorrere a prodotti dietetici in cui la fibra è aggiunta secondariamente dopo i trattamenti di lavorazione industriale.

 

Come riconoscere i cereali integrali arricchiti naturalmente in fibra?

come scegliere i cereali integrali

Occorre leggere l’etichetta.

Un prodotto per essere definito integrale non deve contenere obbligatoriamente solo ingredienti integrali, ma la componente integrale deve essere presente in quantità maggiori.

Allora, come riconoscerlo in etichetta?

Nella lista, per legge, gli ingredienti alimentari sono sempre ordinati per peso decrescente.

Quindi, per esempio, nell’etichetta di un prodotto integrale (composto da farine integrali e non), la farina integrale dovrà essere posizionata tra i primi posti rispetto a quella raffinata.

Inoltre, occorre non farsi ingannare dal colore scuro perché non è sempre sinonimo di integrale così come il contenuto di fibra indicato nell’etichetta nutrizionale. Per esempio, in alcuni prodotti da forno viene aggiunto il colorante caramello o della melassa per conferire una colorazione più scura; mentre per quanto riguarda il contenuto di fibra spesso viene aggiunta della crusca a prodotti ottenuti a partire da farine raffinate.

Per una nutrizione ottimale dobbiamo scegliere i cereali integrali leggendo bene l’etichetta

Il mio consiglio è quello di preferire i prodotti integrali arricchiti naturalmente verificando le etichette prima dell’acquisto, ma anche di variare nella scelta dei cereali utilizzati nella propria dieta:

un’abitudine che dovrebbe essere incoraggiata, non per motivi “calorici”, ma “nutrizionali”.

Per esempio, oltre ai prodotti derivati dal frumento, esistono tanti altri cereali come l’orzo, il farro e l’avena, che rappresentano una valida fonte di fibra e minerali. Pertanto, vista anche la diversa composizione nutrizionale di ogni cereale, è buona norma alternarli e non concentrarsi esclusivamente su una tipologia.

 


Condividi sui social

HAI COMMENTI o DOMANDE? Puoi inserirli usando il tuo profilo Facebook. i commenti dovranno essere approvati, non appariranno subito

Notizie sull'Autore

Sono Biologa Nutrizionista, con studio a Parma, mi occupo di dieta anti-aging e diete riequilibranti per patologie, di cura e trattamento dell'obesità infantile e nell'adulto, dieta in gravidanza, nel post-parto e in ambito sportivo, nonchè di tests per le intolleranze alimentari

Articoli correlati