Rughe

Condividi sui social

RUGHE: COME SI FORMANO

L’inestetismo del volto più significativo e visibile, segno del passaggio dalla gioventù alla senescenza, è rappresentato da quei solchi sulla cute che chiamiamo rughe.
In questo articolo affronteremo questi argomenti: come si formano le rughe, distinguere tra vari tipi di rughe, i trattamenti antirughe, come prevenire le rughe con i dermocosmetici e con un sano stile di vita.

Se si considera l’associazione del concetto di bello con una cute di aspetto giovanile e l’importanza dell’esteriorità nella odierna società dell’immagine, si comprende quanto sia intenso il bisogno di contrastare questi segni di invecchiamento cutaneo.

L’invecchiamento può essere cronologico o ambientale.

Il primo è determinato da fattori intrinseci: fattori genetici e processi metabolici (  con abnorme produzione e accumulo di radicali liberi ), a cui si aggiungono le modificazioni ormonali che compaiono col passare del tempo

rughe e fotoinvecchiamento

( riduzione degli estrogeni nella donna, con visibile diminuzione dell’ idratazione e del turgore cutaneo ) e che portano ad una progressiva atrofia del derma ( fibre elastiche e collagene ), delle strutture di sostegno (tessuto sottocutaneo adiposo, tessuto muscolare ed osseo) su cui poi agisce, e sempre più visibilmente, il continuo logorio della  forza di gravità.

L’invecchiamento estrinseco o ambientale è determinato, prevalentemente, dalla continua esposizione alla radiazione solare, con conseguente stress ossidativo cronico da accumulo di radicali liberi e degenerazione delle fibre elastiche e di collagene del derma: la cute assume sempre più un aspetto giallastro, opaco, ruvido, con rugosità diffusa e pigmentazione irregolare (fotoinvecchiamento); concorrono, in minor misura, altri fattori ambientali, quali l’inquinamento, il fumo, le sostanze chimiche.

In base ai fattori causali, possiamo riconoscere, fondamentalmente, quattro tipi di rughe:

Le rughe di espressione o muscolo-mimiche sono quei solchi che si formano sulla cute del volto a causa della trazione ripetitiva esercitata dai muscoli mimici. Sono più evidenti nei soggetti che fanno largo uso della mimica facciale, sono più marcate in alcune sedi o dal lato più usato per l’espressione. Già all’età di 30 anni sono ben visibili e diventano progressivamente più profonde ed infine permanenti.

rughe da mimica

Le rughe attiniche sono dovute al danno cumulativo esercitato dalla radiazione solare sulle fibre elastiche (elastosi solare) e collagene. Sono presenti nelle regioni fotoesposte. Nell’ adulto sono poco evidenti, compaiono però precocemente nei soggetti con pelle chiara espostisi ripetutamente e per periodi prolungati alle radiazioni UV naturali o artificiali. Corrispondono ad una più o meno marcata accentuazione della tramatura cutanea che determina un quadro di sottili rughe diffuse, con cute con aspetto “corrugato”, o, in stadio avanzato, “ a tessuto sgualcito” a causa dell’estrema perdita di elasticità della pelle.

Le rughe gravitazionali compaiono quando le fibre elastiche e i fasci di collagene alterati del derma non sono più in grado di controbilanciare la forza di gravità. Diventano sempre più evidenti con il progressivo indebolimento delle strutture di sostegno (cronoinvecchiamento).

Le pieghe da sonno sono unilaterali poiché determinate dalla postura notturna prevalente. Sono localizzate, generalmente,  a livello frontale nell’uomo e a livello delle guance nella donna. Inizialmente sono reversibili, scompaiono variando la posizione; in seguito tendono a divenire progressivamente permanenti.

le rughe aumentano

Presso il nostro Studio di Dermatologia Cosmetologica a Parma è molto importante non solo valutare il grado di fotoinvecchiamento e classificare le rughe già presenti sul volto dell’utente, ma anche, esaminare il tipo di cute e i fattori di rischio individuali ai fini di un’azione di prevenzione. Come sempre, da un corretto esame si può poi impostare un appropriato e personalizzato programma di trattamenti.

Fortunatamente i trattamenti dermoplastici non sono invasivi e si possono eseguire in breve tempo a livello ambulatoriale.

Per le rughe di espressione si possono eseguire trattamenti mediante fillers quali l’acido ialuronico e il collagene che riempiono e sollevano la ruga attenuandone notevolmente la visibilità; nell’ambito di un programma integrato di ringiovanimento si può effettuare anche un aumento di volume delle labbra che, con l’età, tendono a diventare più sottili.

La tossina botulinica, iniettata nei muscoli mimici, ne riduce l’attività e porta ad un miglioramento delle rughe corrispondenti.

Le rughe attiniche sono nettamente migliorate ed efficacemente prevenute dalle tecniche di biorivitalizzazione con acido ialuronico e prodotti omeopatici nonché dal peeling chimico superficiale e medio-profondo che portano ad un’intensa stimolazione dermica con formazione di nuovo collagene.

Tutti questi trattamenti possono essere eseguiti singolarmente o, meglio ancora, in combinazione, impostando un corretto, efficace e personalizzato programma di ringiovanimento del volto.

 


Condividi sui social

HAI COMMENTI o DOMANDE? Puoi inserirli usando il tuo profilo Facebook. i commenti dovranno essere approvati, non appariranno subito

Notizie sull'Autore

Sono Dermatologo e Medico Estetico, con studio a Parma, esperto in trattamenti per acne e cicatrici. Mi sono sempre occupato anche di studi e ricerche sull'invecchiamento elaborando specifici ed innovativi programmi di ringiovanimento cutaneo e di medicina del benessere. Da molti anni svolgo attività di tutor e docente in Corsi e Congressi nazionali ed internazionali e di divulgazione scientifica come blogger e consulente per vari siti web. SEGUIMI ANCHE SU:

Articoli correlati